Comprare una casa nuova o ristrutturare: il confronto

Quando si procede all’acquisto di un’abitazione, ogni immobile selezionato deve essere analizzato sotto molti punti di vista, stilando un elenco dei pro e dei contro. L’acquisto di una casa non è solo una questione di budget: oltre ai costi, ci sono altre variabili da considerare tra cui la qualità dei materiali, l’efficienza energetica e lo stile di arredamento.

Per quanto riguarda una casa di nuova costruzione, è possibile domandarsi perché dovrebbe essere preferita alla ristrutturazione di un edificio già esistente? Infatti, a parità di metri quadrati e posizione, generalmente il prezzo di una casa nuova è più alto rispetto ad una casa più antica, tuttavia esiste tutta una serie di notevoli vantaggi derivanti dal comprare una casa di nuova costruzione. 

Comprare una casa da ristrutturare: conviene?

L’acquisto di una casa da ristrutturare implica innanzitutto un’attenta valutazione dell’immobile: al costo dell’immobile in sé, infatti, devono essere aggiunti i costi dei lavori di ristrutturazione, valutando quanto le condizioni dell’edificio incidono sul costo del progetto e dei lavori da fare.

Comprare una casa da ristrutturare può rivelarsi un ottimo investimento economico poiché le abitazioni ristrutturate possono accrescere il valore di quasi il 30% rispetto a quelle non ristrutturate e, soprattutto, possono godere delle agevolazioni fiscali offerte dallo Stato ovvero il Bonus ristrutturazione edilizia 2020. 

Prima di procedere all’acquisto di una casa da ristrutturare, però, occorre tenere in considerazione due principali svantaggi:

  • Tempistiche: i lavori non solo devono essere progettati con mesi di anticipo, ma anche gestiti nel tempo, spesso protraendosi per periodi di lunghezza non indifferente. Ciò significa essere preparati a un carico di responsabilità notevole, dato dalla possibilità di eventuali intoppi nei lavori, da tempi di consegna delle forniture più lunghi del previsto e dalla gestione concreta di tutte le maestranze in gioco.
  • Stress: le ristrutturazioni di medie e grandi dimensioni richiedono generalmente l’intervento di diversi professionisti, da una figura tecnica che si occupa della burocrazia al titolare d’impresa fino a tutti i fornitori per gli infissi, i pavimenti, ecc. A fianco quindi delle tempistiche per i lavori, bisogna tenere conto dello stress generato dalla gestione della ristrutturazione.

Comprare una casa nuova: tutti i vantaggi

L’acquisto di una casa è un passo fondamentale e l’obiettivo di una vita per molti giovani e famiglie: si tratta di un investimento non solo dal punto di vista economico, ma anche dal punto di vista personale come importante tappa di vita. 

Come affermato in precedenza, a fronte di un costo iniziale più elevato, una casa di nuova costruzione garantisce tutta una serie di vantaggi nel lungo periodo, tra cui in particolare:

  • Risparmio: le case nuovo sono generalmente più efficienti perché i criteri di costruzione utilizzati permettono di trattenere al meglio sia il calore che il fresco all’interno dell’edificio e sono dotate di sistemi di raffrescamento e riscaldamento all’avanguardia. Questo in pratica significa un risparmio sulle bollette di luce e gas fino al 40% per l’elettricità e al 70% per quanto riguarda la fornitura del gas.
  • Efficienza energetica: in stretta correlazione con il risparmio in bolletta, bisogna considerare anche che le nuove abitazioni sono più efficienti dal punto di vista energetico. Una casa in classe energetica A o superiore è costruita secondo le regole della bioedilizia ovvero in linea con i principi della sostenibilità ambientale, garantendo quindi migliori performance dal punto di vista energetico con un minore impatto ambientale.
  • Tecnologia: le case di nuova costruzione spesso sono dotate di sistemi tecnologici di ultima generazione, tra cui la domotica. La presenza di una smart home permette di gestire le funzionalità domestiche più diverse come il controllo degli elettrodomestici e della temperatura a distanza o l’ottimizzazione del consumo energetico sulla base delle proprie preferenze e abitudini. 
  • Personalizzazione: al di là dei vantaggi più “tecnici”, bisogna tenere conto anche del fatto che acquistare una casa nuova dà ampi margini di personalizzazione degli spazi, senza la necessità di intervenire radicalmente sulla struttura preesistente.

Comprare casa a Milano

Capitale della moda, del design, del lavoro e, recentemente, anche della qualità della vita: Milano infatti si riconferma la prima in classifica della Qualità della vita 2019, manifestando non solo un andamento controcorrente dal punto di vista demografico (i residenti sono in continuo aumento dal 2012) ma anche l’affermazione di uno stile di vita sempre più verde e smart. 

Il capoluogo meneghino, infatti, sta investendo fortemente in nuove costruzioni e in nuovi quartieri realizzati secondo principi all’avanguardia dal punto di vista ecologico ed tecnologico, puntando ad una sempre maggiore integrazione tra benessere dei cittadini e rispetto dell’ambiente. Inoltre, a fronte delle oscillazioni del mercato immobiliare italiano, il valore degli immobili a Milano è rimasto alto e sta crescendo nelle zone recentemente riqualificate come, ad esempio, il quartiere di CityLife. 

In questo trend di crescita, si colloca perfettamente il progetto di UPTOWN Milano alle porte della città. In un’area in forte crescita ed espansione, collocata tra due centri d’eccellenza, Arexpo e lo Human Technopole, UPTOWN Milano è il primo quartiere interamente smart in Italia, che offre residenze, in costruzione e in pronta consegna, all’avanguardia dal punto di vista tecnologico e architettonico. Il progetto di UPTOWN Milano si fonda, infatti, sui principi della sostenibilità ambientale, le potenzialità della digital transformation e il miglioramento della qualità della vita dei cittadini. 

Le residenze UPTOWN sono in classe energetica A o superiore grazie alla compresenza di teleriscaldamento e impianto geotermico con pompe di calore ad acqua di falda per assicurare il raffrescamento delle abitazioni. In abbinamento al geotermico, il fabbisogno elettrico per l’illuminazione delle aree comuni è quasi compensato del tutto dalla presenza di pannelli fotovoltaici di ultima generazione. 
La sostenibilità ambientale e l’edilizia green non sono gli unici obiettivi di UPTOWN Milano: questo progetto pionieristico ha aperto la strada ad una nuova cultura dell’abitare che punta al benessere psico-fisico dei cittadini, dotando le residenze di soluzioni di domotica integrate e armonizzate con gli spazi domestici per migliorare la vita dei residenti e, al contempo, rispettare l’ambiente. Le smart home di UPTOWN permettono di gestire con più facilità la sicurezza – con la presenza di telecamere di videosorveglianza e antintrusione gestibili da remoto, la temperatura dell’ambiente e mantenere sotto controllo i consumi tramite un qualsiasi dispositivo mobile.